La proliferazione e la disponibilità di dispositivi di registrazione fotografica e video ci ha portato ad essere monitorati per la maggior parte del tempo. Che ci piaccia o no, riceviamo centinaia di telecamere in un giorno: nei trasporti, per strada, al lavoro,
in un caffè o in un negozio. Quasi ogni passo è fisso – ed è fatto per la nostra sicurezza.Garantire la sicurezza con i sensori allarme antincendio.

Anche la videosorveglianza domestica è molto popolare. I genitori si occupano a distanza dei loro figli, degli animali domestici, controllano il lavoro della tata e degli altri domestici. Da un lato, è molto conveniente: essere sempre consapevoli di ciò che accade in casa, dall’altro – può causare alcune difficoltà e anche provocare gravi conflitti.

Cosa tenere a mente quando si installa la videosorveglianza domestica

La sorveglianza segreta è vietata (a meno che, ovviamente, non si partecipi al funzionamento dei servizi segreti), quindi niente telecamere camuffate da oggetti per la casa, giocattoli e simili! È illegale: usarli, comprarli e venderli.

I vostri parenti, i membri della vostra famiglia, devono essere a conoscenza dell’installazione della videosorveglianza e devono accettarla. Non si può filmare la vita privata delle persone contro la loro volontà. Spiegate perché queste misure sono necessarie, concordate come e quando utilizzerete la videosorveglianza per non distruggere il rapporto di fiducia nella famiglia. È anche una buona idea avvertire gli ospiti che avete la videosorveglianza in casa, in modo che non ci siano malintesi.

Se state affittando un appartamento o una casa e volete tenere la vostra proprietà al sicuro, è anche una buona idea avvertire gli occupanti. Oppure è meglio includere questo punto nel vostro contratto di locazione, perché un accordo orale in caso di conflitto non sarà a vostro favore. È necessario specificare insieme in quali aree saranno collocate le telecamere – in modo da non violare la privacy degli inquilini. Per esempio, nel corridoio. Sarete sicuri che i vostri effetti personali non verranno portati fuori dalla casa e gli inquilini si sentiranno a loro agio nel non guardare la loro privacy.

Particolare attenzione deve essere prestata alla sorveglianza del personale a casa. Spesso quando si assume una tata, una governante, una badante o altro personale che lavora direttamente in casa, non viene stipulato alcun contratto. Per verificare l’integrità del dipendente, molte persone allo stesso tempo e non segnalare l’esistenza di una videosorveglianza. Questo non è giusto. È importante far sapere al dipendente che esiste la videosorveglianza. Oppure è meglio redigere un contratto e fare questo punto per evitare disaccordi. In questo modo aumenterete la sicurezza e impedirete possibili violazioni. Il vostro obiettivo non è quello di incriminare il dipendente, ma di prevenire la possibilità di una condotta impropria. Sapendo che viene tenuto un registro, la tata, la governante e l’altro personale non faranno nulla di riprovevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
23 − 10 =